Milano tra shopping e cultura

centro milanoLa città di Milano viene vista da tutti coloro che abitano in provincia come il tempio del divertimento, dello shopping e della comodità e difatti è così: non per niente, infatti, durante tutta la giornata di Sabato, le vie del centro di Milano come corso Vittorio Emanuele, piazza Duomo e Via Torino, vengono prese d’assalto da visitatori, amanti dello shopping e compagnie di amici.
Milano non è una città dove, personalmente, andrei a vivere, lo smog, l’afa estiva insopportabile ed il traffico sono degli ottimi motivi per vivere la città di Milano solo una volta ogni tanto: il viaggio in metrò diventa piacevole, il traffico e gli automobilisti arrabbiati mi fanno sorridere e le numerose discoteche diventano un piacevole diversivo ai soliti pub della Brianza.
Ogni volta che vado a Milano è come se fosse la prima volta: un po’ impacciata sul metrò ed un po’ spaesata sugli affollati marciapiedi, certo è che il Duomo, le piccole piazzette, la caratteristica Porta Ticinese ed i Navigli sono sempre affascinanti! Nonostante io vada piuttosto spesso a Milano, devo ammettere che sono ancora numerosi i luoghi che devo ancora visitare: la Triennale, il Castello Sforzesco e non sono mai salita in cima al Duomo!
C’è solo un aspetto, di Milano, che non ha, ormai, più segreti per me: i negozi e lo shopping!
Il mio paradiso personale parte da piazza Duomo, attraversa via Torino ed arriva in Porta Ticinese: scarpe, vestiti ed accessori, dalle grandi marche ai negozi più abbordabili anche per i più giovani, dall’abbigliamento sportivo al vintage (che in un modo o nell’altro torna sempre di moda). Certo, non ci sono solo i negozi in via Torino ma anche bar e panetterie per ricaricare le energie tra un acquisto e l’altro!
Nonostante l’irresistibile richiamo dei negozi, trovo sempre un po’ di tempo per una sosta culturale, in particolare se è situata in un luogo alla moda come Corso di Porta Ticinese: qui sorgono le splendide e maestose  Colonne di San Lorenzo: uno dei pochi reperti romani di Milano che ancora oggi è possibile ammirare, probabilmente queste sedici colonne, un tempo sostenevano un tempio o delle terme volute dall’Imperatore Massimiano. Oltre ad essere un’importante testimonianza storica ed archeologica, le colonne di San Lorenzo sono anche un celebre luogo di ritrovo per i giovani della città, sia di giorno che di sera in quanto, proprio in questa zona, sono sorti numerosi pub, cocktail bar e locali alla moda, ideali per l’aperitivo domenicale.
Non lontano da Porta Ticinese, ogni sabato mattina, si svolge la Fiera di Senigallia (quello che io chiamo "paradiso dei rockettari"): oggetti ed abiti vintage, dischi e libri usati, strumenti musali, accessori, giubbotti di pelle, borse, insomma, davvero di tutto!
Sempre nei pressi delle colonne è situata la Porta Ticinese oltre la quale si aprono la darsena (punto di unione di tutti i rami dei Navigli) ed i Navigli che rappresentano l’ultimo tratto scoperto della cerchia dei navigli che fino ai primi decenni del Novecento circondava Milano. I Navigli di un tempo non esistono più, già dagli inizi del Novecento non vengono più usati per il trasporto, eppure furono una delle più grandi opere di ingegneria in Europa e possiamo tranquillamente dire che la città di Milano, senza i Navigli, non si sarebbe mai sviluppata come invece accadde. Attualmente i Navigli sono sporchi ed inquinati anche se, negli ultimi anni, sono stati riscoperti dai milanesi, sia per il loro valore storico che per quello economico, infatti, queste zone molto caratteristiche, sono attualmente uno dei quartieri più cool di Milano: qui sorgono ovunque locali, discoteche, pub, ristoranti e pizzerie. L’atmosfera che di sera caratterizza i Navigli è davvero magica: durante la bella stagione lungo i Navigli vi sono tavolini, divanetti ed ombrelloni, bancarelle ed ambulanti, insomma, sembra quasi di essere al mare!

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.