La ceramica di Faenza

La ceramica, la sua cultura costituiscono tuttora il polo vitale della Faenza moderna, con il suo Museo Internazionale delle Ceramiche che conserva splendide collezioni di oggetti provenienti da ogni età e paese, le 60 botteghe d’arte in attività, le scuole che hanno formato artisti e tecnici per le industrie ceramiche di tutto il mondo, le manifestazioni internazionali d’arte e artigianato sulla produzione storica e contemporanea della maiolica.

Ma Faenza non è solo ceramica. E’ una città impreziosita da emergenze architettoniche ed episodi urbanistici di grande rilievo, come la splendida Cattedrale – una delle più insigni espressioni di arte rinascimentale in Romagna – le due armoniose piazze centrali, il settecentesco Palazzo Milzetti, con gli ambienti interni decorati da raffinate tempere neoclassiche, l’elegante Teatro Masini, opera della seconda metà del Settecento, progettata e realizzata da Giuseppe Pistocchi.

Iniziative culturali, manifestazioni fieristiche che si svolgono per tutto il corso dell’anno, eventi spettacolari come la rievocazione storica del palio del Niballo e sportivi come la gara podistica della Cento Chilometri del Passatore, trovano qui la loro cornice ideale.
Gli eleganti negozi forniscono ottime occasioni di shopping che si possono suggellare con i piaceri della gastronomia, assaporati negli accoglienti ristoranti del centro storico o in quelli immersi nel verde delle dolci colline che circondano la città.

Parla alla tua mente

*