Enogastronomia di Lucca

Di Lucca, la città tra le mura, abbiamo già parlato in questo sito. E’ una stupenda città, una delle più belle della Toscana, molto apprezzata dai turisti ma forse non abbastanza. Oggi proviamo a presentare con un piccolo aperitivo un aspetto meno conosciuto della zona: l’enogastronomia di Lucca che ha una sua autonomia, una sua indipendenza rispetto alle più note zone circostanti.

La cucina della provincia di Lucca si basa su ingredienti semplici e genuini cucinati con creatività grazie anche al clima ed alla morfologia del territorioche garantisce abbondanza di prodotti di alta qualità.
Nella Piana di Lucca gli ulivi danno colore al paesaggio e producono ottimo olio che viene esportato in tutto il mondo: le sue caratteristiche organolettiche l’hanno portato ad essere considerato uno dei principali nutrienti per un sano e corretto regime alimentare; questo olio è unico per la perfezione del suo sapore (la raccolta delle olive al giusto grado di maturazione gli conferisce dolcezza con un accenno di piccante), del colore (giallo oro con riflessi verdi) e soprattutto del suo sapore tanto che molti intenditori ne portano un campione come termine di paragone. Questo prodotto è così famoso che l’Oxford Dictionary lo definisce “qualità superiore di olio d’oliva”, elevandolo a prodotti conosciuti in tutto il mondo come il Cognac e lo Champagne.

Anche i vini caratterizzano la zona ed offrono due tipi di vini DOC, il “Montecarlo” ed il “Colline Lucchesi”: i primi sono vini che provengono da uve coltivate nel comune di Montecarlo, Altopascio e Porcari; i più noti sono il Trebbiano Toscano, il Pinot Grigio e Bianco, il Vermentino, il Sauvignon, il Roussane ed il Semillon per quel che concerne i bianchi, mentre il Sangiovese, il Lanaiolo, il Ciliegiolo, il Colorino ed il Malvasia Nera per i vini neri.

 

Parla alla tua mente

*