I monumenti di Urbino

Raffaello SanzioPorta di Valbona
Entrando dalla Porta di Valbona, il principale ingresso della città, e salendo verso Piazza della Repubblica, sulla destra è da menzionare l’area dell’antico ghetto e della attuale Sinagoga, localizzato nell’isolato di edifici tra la via delle Stallacce e le mura. Per informazioni chiamare il Comune al numero indicato.

Teatro Sanzio
Il Teatro Sanzio è una struttura in laterizio del 1853 disegnata dall’architetto V.Ghinelli. Sottostante al teatro e a ridosso della cinta fortificata, all’interno di un bastione semicilindrico del ‘400, si sviluppa la rampa elicoidale di Francesco di Giorgio Martini, una volta usata per collegare il Palazzo Ducale alle stalle, e che dal centro storico scende direttamente in Piazza Mercatale, vasta piazza, ai piedi delle mura, ottenuta colmando artificialmente l’avvallamento fra i due colli. Per informazioni chiamare il Comune al numero indicato.

Oratorio di Santa Croce
Di fronte all’ex convento di Santa Chiara, l’Oratorio di Santa Croce con il bel portale in stile gotico e, all’interno si offrono ad uno sguardo attento i dipinti di Ottaviano Nelli, di Giovanni Santi (padre di Raffaello) e dei Picchi. Risaliamo fino a Via Saffi dove troviamo il Palazzo Bonaventura che fu dimora dei Montefeltro, come attesta lo stemma sopra il portale richiamante linee gotiche e attuale sede dell’Università, fondata nel 1506. Per informazioni chiamare il Comune al numero indicato.

Convento di Santo Chiara
L’ex convento di Santa Chiara (attualmente sede della Scuola di Progettazione Grafica ISIA), possiede un cortile a porticato e logge, opera insigne di Francesco di Giorgio Martini, dal quale si può ammirare un bel panorama sul Mausoleo dei Duchi. Per informazioni chiamare il Comune al numero indicato.

Duomo
Alla sinistra del palazzo Ducale sorge la mole imponente del Duomo, lesionato dal terremoto dei 1781 e riedificato dal Valadier in forme neoclassiche. Gli elementi esterni più significativi sono rappresentati dall’imponente facciata, da un solenne ingresso e dall’alta cupola. Nell’interno, a tre navate e con soffitto decorato da volte a botte, si trovano dipinti notevoli, tra i quali il Martirio di San Sebastiano e l’Istituzione dell’Eucarestia di Federico Barocci. Per informazioni chiamare il numero il Comune al numero segnalato.

Monumento a Raffaello
In piazzale Roma è stato eretto dal Belli il Monumento a Raffaello (1897). Sul basamento si possono notare i bassorilievi che raffigurano l’artista intento a ritrarre Leone X e mentre dirige i lavori alle Logge Vaticane.

testi (c) zerodelta.net

Speak Your Mind

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.