Lazio

Il Museo Nazionale Romano: un viaggio nella storia dell’antica Roma

Il Museo Nazionale Romano è uno dei musei più importanti e significativi d’Italia, nonché uno dei principali musei archeologici al mondo. Fondato nel 1889, il museo si propone di conservare e valorizzare le testimonianze del passato della città di Roma e dell’antica civiltà romana. La collezione del museo si estende su quattro sedi: Palazzo Massimo alle Terme, Palazzo Altemps, le Terme di Diocleziano e la Crypta Balbi.

In questo articolo, esploreremo ciascuna delle quattro sedi che compongono il Museo Nazionale Romano, mettendo in evidenza le opere d’arte e gli oggetti archeologici più importanti in esposizione. Inoltre, forniremo informazioni utili per organizzare la visita al museo e approfondiremo la storia e l’importanza culturale del patrimonio conservato all’interno del Museo.

Il Il Museo Nazionale Romano
Il Il Museo Nazionale Romano

Palazzo Massimo alle Terme

Il Palazzo Massimo alle Terme è uno dei quattro edifici che ospitano le collezioni del Museo Nazionale Romano. Costruito tra il 1883 e il 1887 su progetto dell’architetto Camillo Pistrucci, il palazzo è un esempio di architettura neorinascimentale. Il Palazzo Massimo è dedicato principalmente all’esposizione di opere d’arte e reperti archeologici che vanno dalla fine dell’età repubblicana fino all’età imperiale tarda.

Sculture

Al primo piano del Palazzo Massimo è possibile ammirare una vasta collezione di sculture romane, tra cui alcuni capolavori assoluti come il “Pugile in riposo“, il “Discobolo Lancellotti” e il “Sarcofago di Portonaccio” con scene di battaglia tra Romani e barbari. Altre sculture di rilievo includono il “Colosso di Constantino” e il “Gruppo di Dirce“.

Mosaici e affreschi

Il secondo piano del palazzo ospita una straordinaria collezione di mosaici e affreschi provenienti da ville romane e ambienti funerari. Tra questi, si segnalano il mosaico con “Scena di caccia” dalla Villa di Numisia Procula a Prima Porta, il mosaico delle “Maschere” e gli affreschi della Villa di Livia a Prima Porta, con scene di paesaggio e nature morte.

Monete e gioielli

Il terzo piano del Palazzo Massimo è dedicato alla numismatica e all’oreficeria, con una vasta collezione di monete, medaglie, gemme incise e oggetti preziosi che testimoniano l’evoluzione dell’arte romana e della sua economia.

Sarcofagi e iscrizioni

L’ultimo piano del palazzo ospita una ricca collezione di sarcofagi e iscrizioni funerarie, tra cui il sarcofago di “Santa Costanza” e il “Sarcofago di San Valentino”.

Palazzo Altemps

Palazzo Altemps, situato nel cuore di Roma, nei pressi di Piazza Navona, è uno dei quattro edifici che ospitano le collezioni del Museo Nazionale Romano. Costruito nel XV secolo, il palazzo fu in seguito acquisito dal cardinale Marco Sittico Altemps nel 1568 e divenne la residenza della famiglia Altemps fino al XIX secolo. Nel 1982, lo Stato italiano acquistò il palazzo e lo restaurò, trasformandolo in un museo.

Collezioni di sculture antiche

Palazzo Altemps è rinomato per la sua collezione di sculture antiche, che comprende opere d’arte di grande valore provenienti da diverse collezioni private, tra cui la Collezione Ludovisi, la Collezione Boncompagni Ludovisi e la Collezione Mattei. Tra le sculture più famose esposte a Palazzo Altemps, si possono ammirare l'”Ares Ludovisi”, il “Trono Ludovisi” e il “Suicidio del Galata”.

Collezioni egizie

Palazzo Altemps ospita anche una sezione dedicata all’arte egizia, che include una serie di reperti provenienti dall’Egitto e da altre aree del Mediterraneo influenzate dalla cultura egizia. Tra gli oggetti in esposizione, si trovano statue, rilievi, sarcofagi e oggetti funerari.

Affreschi e decorazioni

Il palazzo stesso è un’opera d’arte, con affreschi e decorazioni di grande valore artistico. Tra questi, si segnalano gli affreschi di Annibale Carracci e il soffitto affrescato della Sala della Fontana, realizzato da Baldassare Peruzzi.

Terme di Diocleziano

Le Terme di Diocleziano, situate vicino alla stazione Termini di Roma, furono costruite tra il 298 e il 306 d.C. per volere dell’imperatore Diocleziano e sono state trasformate in museo nel 1889. Le terme ospitano una vasta collezione di reperti archeologici, tra cui sculture, mosaici e oggetti di uso quotidiano.

Aula Ottagona

L’Aula Ottagona, una delle sale principali delle terme, ospita una collezione di sculture di epoca imperiale, tra cui il “Colosso di Diocleziano” e il gruppo scultoreo “Ariadne Dormiente”.

Sala dei Filosofi

La Sala dei Filosofi è dedicata ai ritratti di filosofi, poeti e uomini di cultura dell’antica Roma. Tra i ritratti esposti, si possono ammirare quelli di Epicuro, Seneca e Sofocle.

Chiostro Michelangiolesco

Il Chiostro Michelangiolesco, progettato da Michelangelo Buonarroti, è un luogo di grande fascino e bellezza, che ospita una collezione di sculture e reperti archeologici, tra cui sarcofagi, iscrizioni e monumenti funerari.

Crypta Balbi

La Crypta Balbi è l’ultima delle quattro sedi del Museo Nazionale Romano e si trova nel centro storico di Roma, nel rione Sant’Angelo. L’edificio è stato costruito nel II secolo d.C. come parte del Teatro di Balbo e fu in seguito utilizzato come residenza, bottega e magazzino. Nel corso dei secoli, la struttura fu inglobata in altri edifici e fu riscoperta durante gli scavi archeologici del 1981. La Crypta Balbi è stata aperta al pubblico come museo nel 2001.

Scavi archeologici

La Crypta Balbi offre ai visitatori l’opportunità di osservare direttamente gli scavi archeologici e di comprendere l’evoluzione urbana della città di Roma nel corso dei secoli. Gli scavi hanno portato alla luce reperti e strutture di epoca romana, medievale e rinascimentale, tra cui mura, pavimenti e frammenti di affreschi.

Collezioni archeologiche

Il museo ospita una vasta collezione di reperti archeologici rinvenuti durante gli scavi e in altre aree di Roma, tra cui ceramiche, monete, gioielli, oggetti di uso quotidiano e frammenti architettonici. Tra i reperti più importanti, si segnala la statua di “Apollo Citaredo” e un raro esemplare di “lampada a trifore”.

Mostre temporanee

La Crypta Balbi ospita anche mostre temporanee dedicate all’archeologia e alla storia di Roma, offrendo ai visitatori l’opportunità di approfondire vari aspetti della vita quotidiana e della cultura dell’antica città.

Informazioni utili per la visita al Museo Nazionale Romano

Il Museo Nazionale Romano è aperto al pubblico tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle 9:00 alle 19:45. L’ingresso al museo è a pagamento, ma è possibile acquistare un biglietto cumulativo che consente l’accesso a tutte e quattro le sedi entro tre giorni consecutivi.

Per ulteriori informazioni sul Museo Nazionale Romano, sulle sue collezioni e sugli eventi in programma, si consiglia di visitare il sito web ufficiale del museo all’indirizzo museonazionaleromano.beniculturali.it.

Conclusione

Il Museo Nazionale Romano è un’istituzione di fondamentale importanza per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio archeologico e storico di Roma. Grazie alle sue quattro sedi e alle numerose collezioni esposte, il museo offre ai visitatori l’opportunità di immergersi nella storia e nella cultura dell’antica Roma e di ammirare capolavori artistici di straordinaria bellezza. Una visita al Museo Nazionale Romano è un’esperienza imperdibile per chiunque si trovi a Roma e desideri conoscere a fondo la storia e l’arte della città eterna.

Articoli correlati

Canova – Eterna bellezza

Angela

Malika Ayane: Domino Tour 2018

Redazione ViaggiareItalia

Mostra ORIENT-EXPRESS & CIE: itinerario di un mito moderno a Roma

lara

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.