La gastronomia della Ciociaria

La cucina ciociara, di origine contadina, vede nella sua semplicità e genuinità il proprio punto di forza.La base principale dei piatti tipici sono gli ingredienti, sicuramente “poveri” ma di eccellente qualità.Una delle pietanze più conosciute è la pasta all’uovo fatta a mano, tagliata a fettuccine sottili dette “fini fini”, condite con sugo di carne o di pomodoro semplice.Tra i primi piatti non sono da meno gli gnocchi, i cannelloni ed il famoso timballo ciociaro detto “alla Bonifacio VIII”. Anche le minestre come le sagne e fagioli, pasta e patate, pasta e ceci, preparate secondo la tradizione culinaria di Ciociaria, hanno un sapore inconfondibile.I secondi vedono una prevalenza di carne di maiale, di abbacchio, di pollo o coniglio, che nelle zone di campagna, è ancora più genuina e gustosa perché in genere proveniente da piccoli allevamenti “caserecci”.Di solito queste pietanze vengono accompagnate da verdure ed ortaggi, dando vita a specialità come il pollo o il coniglio con i peperoni, le salsicce con i broccoletti, l’abbacchio con le patate al forno.Per quanto riguarda i dolci, sebbene non siamo particolarmente elaborati, hanno comunque un gusto particolare.Si tratta in prevalenza di dolci da forno come il ciambellone, la pigna, le ciambelle sciroppate o al vino, le crostate con la marmellata fatta in casa o con la ricotta, i tozzetti con le nocciole, i famosi amaretti di Guarcino.

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.