Emilia Romagna

ELEMENTI: quarta edizione a cura di MAGMA e MU dal 4 giugno al 13 agosto 2023

La rassegna di musica contemporanea itinerante ELEMENTI conferma la propria presenza in Romagna e si trasforma in occasione di solidarietà per la ricostruzione culturale e paesaggistica del territorio.

ELEMENTI quarta edizione a cura di MAGMA e MU dal
Photo credits: fonte ufficio stampa – Aia della Salina di Cervia, Mike Cooper, 2022

Dopo l’alluvione che ha colpito la Romagna, lasciando dietro di sé città e territori devastati, MU e MAGMA trasformano la quarta edizione della rassegna di musica contemporanea itinerante ELEMENTI in un’occasione di unione sociale e di supporto alla comunità. Tutti i dodici live gratuiti che si svolgeranno dal 4 giugno al 13 agosto 2023 a Cervia, Faenza, Cesenatico e nei comuni dell’Unione della Bassa Romagna – pesantemente travolti dal cataclisma – saranno così dedicati a raccolte fondi specifiche destinate direttamente alle persone colpite dall’alluvione e a singole cause che richiedono sostegno immediato, con l’invito al pubblico a prendere parte alla ricostruzione culturale e paesaggistica del territorio.

Abbiamo deciso di non arrenderci di fronte alle avversità – afferma Alex Montanaro dell’associazione MAGMA – e di utilizzare la cultura come un faro di luce per le persone colpite dall’alluvione. Ripartiamo con determinazione, mettendo in primo piano l’importanza dell’aiuto reciproco. Vogliamo, per questo, che ogni singolo evento abbia una ricaduta positiva per la comunità utilizzando la rassegna come uno dei simboli della rinascita oltre che come occasione per mostrare la bellezza e la resilienza dei nostri luoghi”.

ELEMENTI continuerà, così, a proporre la sua tipica dimensione performativa immersiva con sei giornate en plein air e a impatto ambientale zero, basate sulle specificità naturali di ogni location con alcuni protagonisti della ricerca sonora internazionale e italiana. Il settimo appuntamento, al momento rinviato a data da destinarsi, è quella di Enkidu, Ártemis (Francesco Toninelli e Maria Valentina Chirico), inizialmente programmato per venerdì 23 giugno presso il Bosco Urbano di Conselice, territorio gravemente colpito dall’inondazione e ancora adesso inaccessibile.

Si parte domenica 4 giugno sullo sfondo del paesaggio della Salina di Cervia – che proprio durante l’alluvione ha visto in poche ore disintegrarsi le sue montagne di sale – con una doppia esibizione: Li Yilei, artista sonora e visiva di origine cinese, presenterà Tacit, Act II, un estratto del suo nuovo progetto basato sulla pratica dell’ascolto tacito; il musicista Erwan Keravec eseguirà invece il suo progetto Urban Pipes, che mira a dimostrare l’universalità della cornamusa francese, mettendone in discussione le modalità di esecuzione tradizionali (su prenotazione).

Venerdì 7 luglio il meraviglioso parco di Villa Orestina di Faenza vedrà esibirsi Heith, alias del compositore e produttore milanese Daniele Guerrini, accompagnato da Leonardo Rubboli e Jacopo Battaglia, con una live performance del suo progetto sonoro, ipnotico e ritualistico. Seguirà il dj set di Carolina Martines. Nel corso della serata, nascosti nel parco della villa, sarà possibile scoprire una serie di lavori di Thomas Berra, che insieme compongono un percorso espositivo dal titolo Frasche, a cura del giovane curatore Gioele Melandri.

Venerdì 14 luglio, gli hangar dell’Aeroporto Francesco Baracca di Bagnara di Romagna – Lugo offriranno una performance unica e suggestiva. Due progetti noti a livello internazionale, CTM (Cæcilie Trier) e Puce Mary (Frederikke Hoffmeier), si esibiranno in due interventi performativi, offrendo una varietà di sonorità contemporanee elettroniche. Chiude la serata la label bergamasca Pho Bho Records: gli artisti tundra e Matteo Coffetti intratterranno il pubblico con un coinvolgente djset.

Domenica 16 luglio, presso il Parco di Levante di Cesenatico, Mengting Zhuo si esibirà in una performance site specific in acustico: l’obiettivo dell’artista cinese è creare un’esperienza poetica, silenziosa e intima in un mondo già pieno di rumore.

Domenica 30 luglio, si torna nell’aia della Salina di Cervia per il live di Perila, una giovane artista russa con base a Berlino, considerata internazionalmente una delle figure emergenti di spicco della scena sonora sperimentale contemporanea, che proporrà un intervento site specific: un live ibrido composto da suoni e linguaggi del corpo (su prenotazione).

Per l’ultimo evento della rassegna, domenica 13 agosto, ci si immergerà nella natura di Alfonsine, presso la Casa del Diavolo e dell’Agnese, per assistere alla performance live a cura del progetto artistico londinese Japan Blues Meets The Dengie Hundred, seguita dai dj set dei due progetti singoli: Japan Blues, famoso per la sua collezione di musica jazz/funk nipponica e The Dengie Hundred. Tra gli ospiti, anche aka.Zato, dj selector di Bristol e fondatore del progetto Inis.eto, e il duo eclettico bergamasco Twoonky che si esibirà in un live.

***

MAGMA nasce nel 2014, ponendosi l’obiettivo di coinvolgere e sensibilizzare la cittadinanza nei confronti delle arti, della creatività e del proprio territorio, l’Emilia-Romagna. Dal 2015, grazie ai fondatori Alex Montanaro ed Enrico Minguzzi, organizza eventi in cui convergono diverse discipline artistiche, arti visive, musica e performance, offrendo ai partecipanti la possibilità di spaziare oltre il proprio campo d’interesse, all’interno di luoghi naturali, urbani ed extraurbani dimenticati e architetture in disuso, valorizzati nella loro grande carica emozionale e nell’indiscutibile valore storico. Ha organizzato e curato diversi eventi culturali, come il festival Modulo Fest, e le mostre collettive Non Giudicare a cura di Viola Emaldi (2020) e Il rituale del serpente a cura di Viola Emaldi e Valentina Rossi (2021) all’interno dell’ex convento di San Francesco di Bagnacavallo.

MU è un’organizzazione indipendente e un collettivo dedito al suono e alle pratiche spaziali, nato nel 2016 dalla sinergia tra i fondatori Enrico Malatesta, Giovanni Lami e Glauco Salvo. Agisce in collaborazione con artisti, ricercatori italiani ed internazionali, attraverso l’ideazione e la presentazione di attività, concerti, performance, ascolti guidati e iniziative volte alla sperimentazione in ambiti quali musica, sound art, ecologia e pedagogia. L’intento di MU è produrre un riflesso socioculturale aperto, vitale e sostenibile, favorendo la circuitazione di pratiche e poetiche liminali; promuovendo l’ascolto come azione attiva e veicolo di relazione agli spazi, agli individui e agli strumenti.

Ingresso gratuito

Per maggiori informazioni: riservaree@gmail.com

Instagram: @elementi.zone
Facebook: @elementi.zone – https://www.facebook.com/elementi.zone

Articoli correlati

La storia di Cesenatico

Redazione ViaggiareItalia

Torna al Duse di Bologna “la merda”

Redazione ViaggiareItalia

Il Camino dei Fenicotteri – I disegni dei Casanova dall’Æmilia Ars alla Rocchetta Mattei

Redazione ViaggiareItalia

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.