Lombardia

La Basilica di San Fedele – Un Tesoro Romanico nel Cuore di Como

Nel cuore della città di Como, tra le stradine del centro storico, sorge la Basilica di San Fedele, un gioiello dell’architettura romanica lombarda. Risalente al X secolo, questa chiesa fu originariamente dedicata ai Santi Eufemia, Vincenzo e Fedele. Solo nel XII secolo, a seguito della traslazione delle reliquie del martire San Fedele, la chiesa assunse l’attuale denominazione. La sua particolare pianta a trifoglio e gli affreschi interni la rendono una tappa imperdibile per chi visita Como.

La Basilica di San Fedele
La Basilica di San Fedele Stefan Vladuck, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Storia e architettura

La Basilica di San Fedele fu costruita sui resti di un’antica chiesa del VI secolo e fu consacrata nel 1120. La struttura attuale è il risultato di numerose modifiche e restauri avvenuti nel corso dei secoli. Tuttavia, l’edificio conserva ancora gran parte della sua originaria struttura romanica.

La pianta a trifoglio, con tre absidi semicircolari disposte a croce latina, è una caratteristica unica della Basilica di San Fedele. La facciata, semplice ma elegante, è caratterizzata da un portale romanico sormontato da un architrave e da una lunetta scolpita con raffigurazioni di santi e animali simbolici.

Gli interni

L’interno della Basilica di San Fedele è diviso in tre navate, sostenute da colonne di spoglio provenienti da edifici romani. Le pareti e le volte sono decorate con affreschi risalenti a periodi diversi, dal XII al XVI secolo, tra cui spiccano quelli della navata sinistra e dell’abside centrale.

Tra le opere d’arte conservate all’interno della basilica, merita una menzione particolare la fonte battesimale romanica, scolpito in marmo di Musso e risalente all’inizio del XII secolo. Altre opere d’arte degne di nota sono la pala d’altare di Andrea De Passeris, raffigurante la Madonna con Bambino e santi, e il Crocifisso ligneo del XIV secolo.

Eventi e concerti

La Basilica di San Fedele ospita regolarmente eventi culturali e concerti, soprattutto di musica sacra e da camera. La sua eccellente acustica e l’atmosfera intima la rendono una location ideale per vivere un’esperienza musicale indimenticabile. Per informazioni sugli eventi in programma, è possibile consultare il sito web della Diocesi di Como o rivolgersi all’Ufficio Turistico della città.

Interno San Fedele
Interno della Basilica Tango7174, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Come visitare la Basilica di San Fedele

La Basilica è aperta al pubblico tutti i giorni, ad eccezione delle principali festività religiose. L’ingresso è gratuito, ma si raccomanda un contributo volontario per il mantenimento e la conservazione dell’edificio.

Conclusione

La Basilica di San Fedele è una tappa imperdibile per chi visita Como e desidera scoprire le meraviglie dell’architettura romanica lombarda. La particolare struttura a trifoglio, gli affreschi e le opere d’arte conservate al suo interno testimoniano la ricchezza artistica e storica di questa città affacciata sulle rive del Lago di Como. Non perdere l’occasione di esplorare questo gioiello nascosto nel cuore del centro storico durante il tuo viaggio in Lombardia.

Articoli correlati

I monumenti di Mantova

Redazione ViaggiareItalia

L’Italia di Magnum – Da Cartier-Bresson a Paolo Pellegrin

Redazione ViaggiareItalia

La prima personale della giovane artista iraniana Farnaz Damnabi a Milano

lara

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.