Lombardia

La Basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo

Situata nella suggestiva Città Alta di Bergamo, la Basilica di Santa Maria Maggiore è una delle più importanti e affascinanti chiese della città. Costruita nel XII secolo come voto per porre fine a una pestilenza, la basilica vanta una straordinaria collezione di opere d’arte, una struttura architettonica unica e una storia secolare che ne fanno una tappa imperdibile per chi visita la Lombardia.

Santa Maria Maggiore
Santa Maria Maggiore Cherie.greene, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Storia e architettura

La Basilica di Santa Maria Maggiore fu edificata nel 1137, in seguito al voto fatto dai cittadini di Bergamo di costruire una chiesa dedicata alla Vergine Maria per porre fine a un’epidemia di peste. La chiesa venne costruita in stile romanico, ma nel corso dei secoli ha subito numerosi interventi che ne hanno arricchito l’aspetto, tra cui l’aggiunta di elementi barocchi e rinascimentali.

La facciata della basilica è caratterizzata dalla presenza di due leoni stilofori e da una serie di archi ciechi che ne impreziosiscono la struttura. Il rosone centrale, aggiunto nel XIV secolo, è un elemento di grande bellezza e pregio artistico.

Gli interni

L’interno della Basilica di Santa Maria Maggiore è ricco di tesori artistici e architettonici. Le pareti e le volte sono interamente rivestite di preziosi stucchi e affreschi, tra cui spiccano le opere del celebre pittore bergamasco Giovan Battista Tiepolo.

Tra le opere d’arte conservate all’interno della basilica, meritano una menzione particolare la splendida Cappella Colleoni, capolavoro del Rinascimento italiano, e la tomba del compositore Gaetano Donizetti, figlio illustre di Bergamo.

Il soffitto ligneo a cassettoni, realizzato nel XVI secolo, è una delle principali attrazioni della basilica e costituisce un raro esempio di arte lignea rinascimentale.

Eventi e concerti

La Basilica di Santa Maria Maggiore ospita regolarmente eventi culturali e concerti, in particolare di musica sacra e classica. La sua eccellente acustica e l’atmosfera solenne la rendono una location ideale per vivere un’esperienza musicale indimenticabile. Per informazioni sugli eventi in programma, è possibile consultare il sito web della Diocesi di Bergamo o rivolgersi all’Ufficio Turistico della città.

Come visitare la Basilica di Santa Maria Maggiore

La Basilica di Santa Maria Maggiore è aperta al pubblico tutti i giorni, ad eccezione delle principali festività religiose. L’ingresso è gratuito, ma si raccomanda un contributo volontario per il mantenimento e la conservazione dell’edificio.

Affreschi Santa Maria Maggiore
Affreschi Santa Maria Maggiore Nazasca, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Conclusione

La Basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo è una tappa imperdibile per chi visita la Lombardia e desidera scoprire le meraviglie dell’architettura e dell’arte italiane. La sua ricca storia e i tesori artistici conservati al suo interno testimoniano la profonda spiritualità e l’importanza culturale di questa città affacciata sulle Prealpi. Non perdere l’occasione di esplorare questo gioiello nascosto nel cuore della Città Alta di Bergamo durante il tuo viaggio nel nord Italia.

Da non perdere nei dintorni

Mentre visiti la Basilica di Santa Maria Maggiore, approfitta per scoprire le altre attrazioni della Città Alta di Bergamo, come la Cattedrale di Sant’Alessandro, il Palazzo della Ragione e Piazza Vecchia, il cuore pulsante del centro storico. Perdersi tra le strette vie e le piazze lastricate di questa affascinante città medievale è un’esperienza unica che ti farà innamorare del suo carattere autentico e della sua storia millenaria.

Informazioni utili

Per raggiungere la Basilica di Santa Maria Maggiore, è possibile utilizzare la funicolare che collega la città bassa con la città alta. Una volta giunti in Piazza della Funicolare, si può raggiungere la basilica a piedi in pochi minuti, percorrendo le suggestive vie del centro storico.

Consigliamo di consultare gli orari di apertura della basilica prima della visita, in quanto possono variare a seconda della stagione e delle celebrazioni liturgiche in programma.

Articoli correlati

La Certosa di Pavia – una meraviglia architettonica tra Gotico e Rinascimento

Redazione ViaggiareItalia

Un itinerario nei luoghi manzoniani

Redazione ViaggiareItalia

Non conosco nulla di più bello

Angela

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.