Sicilia

Isola Bella: un paradiso incantato nella Baia di Taormina

Isola Bella è una piccola isola situata nella suggestiva baia di Taormina, sulla costa orientale della Sicilia. Conosciuta anche come “La Perla del Mediterraneo”, questa affascinante isola, circondata da acque cristalline e rigogliosa vegetazione, è una delle principali attrazioni turistiche di Taormina e un vero gioiello paesaggistico.

Isola Bella
Isola Bella, di Tuan Manh Nguyen from Pixabay

La storia di Isola Bella

L’isola prende il nome dalla principessa tedesca Wilhelmine von Gloeden, che ne rimase affascinata e la acquistò nel 1890. La principessa fece costruire una splendida villa sull’isola e la trasformò in un lussureggiante giardino esotico, ospitando numerosi intellettuali e artisti dell’epoca. Nel 1954, l’isola fu acquistata dalla Regione Siciliana e dichiarata riserva naturale, al fine di preservarne la bellezza e la biodiversità.

Come raggiungere Isola Bella

Si trova a circa 1 km dalla città di Taormina e può essere raggiunta a piedi, in auto o utilizzando la funivia che collega il centro storico con la spiaggia di Mazzarò. Durante la bassa marea, è possibile raggiungere l’isola attraversando un sottile lembo di sabbia e ciottoli che la collega alla terraferma.

La spiaggia e il mare

La spiaggia è composta da sabbia e ciottoli e offre un’incantevole vista sull’isola e sulla baia di Taormina. L‘acqua limpida e trasparente è ideale per nuotare e praticare snorkeling, permettendo di ammirare la ricca flora e fauna marina che popola i fondali. Nelle vicinanze della spiaggia si trovano alcuni stabilimenti balneari e ristoranti dove è possibile noleggiare ombrelloni, lettini e attrezzature per gli sport acquatici.

La Riserva Naturale

Isola Bella è stata dichiarata Riserva Naturale nel 1998 e, oltre alla sua bellezza paesaggistica, offre un ambiente naturale di grande valore ecologico. L’isola ospita una ricca flora mediterranea e diverse specie di uccelli marini, come i gabbiani reali e i cormorani. È possibile partecipare a visite guidate per scoprire le peculiarità naturalistiche dell’isola e ammirare i panorami mozzafiato sulla baia di Taormina e sulle coste calabresi.

Consigli per la visita

Il periodo migliore per una visita è la primavera e l’estate, quando il clima è più mite e le giornate sono più lunghe. Si consiglia di indossare scarpe comode e antiscivolo per camminare sulla spiaggia di ciottoli e per esplorare l’isola. È importante rispettare le norme di comportamento previste dalla Riserva Naturale, come evitare di raccogliere piante o animali e di lasciare rifiuti sul territorio.

Taormina
Taormina, di user32212 from Pixabay

Escursioni nelle vicinanze

Oltre alla visita di Isola Bella, Taormina e i suoi dintorni offrono numerose altre attrazioni turistiche e naturalistiche. È possibile visitare il Teatro Greco, uno dei principali simboli di Taormina, che offre una vista panoramica sulla costa e sull’Etna. Il centro storico di Taormina, con i suoi stretti vicoli e le sue piazze, è perfetto per una passeggiata tra negozi di artigianato locale, ristoranti e caffetterie.

Per gli amanti della natura, l’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, offre la possibilità di intraprendere escursioni ed esplorare i suoi paesaggi unici. Inoltre, lungo la costa si trovano altre spiagge meravigliose, come quella di Giardini Naxos, e pittoreschi borghi marinari, come il borgo di Castelmola.

Conclusione

Isola Bella è una meta imperdibile per chi visita Taormina e la Sicilia. Questa piccola isola, con la sua affascinante storia, le sue acque cristalline e la sua rigogliosa vegetazione, rappresenta un vero paradiso mediterraneo, ideale per trascorrere una giornata all’insegna del relax e del contatto con la natura. La visita, abbinata alle altre attrazioni di Taormina e dei suoi dintorni, renderà il vostro soggiorno in Sicilia un’esperienza indimenticabile.

Articoli correlati

Viaggio a Siracusa: cosa vedere, fare e gustare nella città di Archimede

Redazione ViaggiareItalia

Viaggio a Messina: la storia e la cultura della città dello Stretto

Redazione ViaggiareItalia

Una gita a Enna: alla scoperta dei suoi tesori

Redazione ViaggiareItalia

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.