Guide di viaggioSicilia

Una gita a Enna: alla scoperta dei suoi tesori

La storia di Enna: dalle origini ai giorni nostri

Enna è una città situata nel cuore della Sicilia e rappresenta uno dei più antichi insediamenti umani dell’isola. La sua storia millenaria si riflette nelle vestigia dei numerosi popoli che si sono succeduti nel corso dei secoli, lasciando un’impronta indelebile sulla cultura e sul patrimonio storico-artistico della città.

Origini e fondazione di Enna

La città di Enna ha origini antichissime, risalenti alla preistoria. Le prime tracce di insediamenti umani risalgono al neolitico, quando i primi abitanti della zona si insediarono sulle colline circostanti, sfruttando la posizione strategica per difendersi dalle invasioni.
Secondo la leggenda, la città di Enna fu fondata da Cerere, dea della fertilità, che scelse la città come sua dimora terrena, popolando le colline con i suoi seguaci. Tuttavia, il primo insediamento urbano vero e proprio risale al periodo ellenico, quando i Greci fondarono la città di Henna, destinata a diventare uno dei maggiori centri della Sicilia antica.

Dominio romano e medievale

Con la conquista romana dell’isola, Enna acquisì sempre maggiore importanza, grazie alla sua posizione strategica e alla fertilità del territorio circostante. La città divenne un importante centro commerciale e agricolo, beneficiando delle politiche di sviluppo promosse dai governanti romani.
Con l’avvento del medioevo, la città di Enna divenne un importante centro di cultura e di arte, favorita dall’influenza delle popolazioni arabe e normanne che si succedettero al potere nell’isola. Il castello di Lombardia, costruito dai normanni nel XII secolo, rappresenta uno dei simboli della città, testimoniando la grandezza e la potenza del regno normanno.

Castello di Lombardia
Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Enna tra il XIV e il XVIII secolo

Nel corso del XIV secolo, Enna passò sotto il controllo degli Aragonesi, che promossero importanti opere di ristrutturazione e di restauro della città, valorizzando il patrimonio storico-artistico della città. Tuttavia, la città subì pesanti danni durante la guerra dei Vespri Siciliani, che devastò gran parte dell’isola.
Nel corso dei secoli successivi, Enna visse periodi di sviluppo e di decadenza, segnati dall’alternarsi di dinastie e di poteri politici. Durante il periodo borbonico, la città subì importanti opere di rinnovamento urbanistico e di modernizzazione, con la costruzione di nuove strade e la promozione dell’agricoltura e dell’artigianato.

Enna nell’età contemporanea

Con l’Unità d’Italia, Enna divenne un importante centro industriale e commerciale, beneficiando dell’apertura di nuove strade e della costruzione della ferrovia. Nel corso del XX secolo, la città ha subito importanti trasformazioni, grazie alla modernizzazione dell’industria e alla crescita economica.

Come arrivare ad Enna

Enna è facilmente raggiungibile con diverse modalità di trasporto.
In aereo: L’aeroporto di Catania-Fontanarossa è il più grande dell’isola e si trova a circa 100 chilometri da Enna. Dall’aeroporto, puoi prendere un taxi o noleggiare un’auto per raggiungere la città. In alternativa, puoi prendere un autobus dall’aeroporto alla stazione ferroviaria di Catania e poi prendere il treno per Enna.
In treno: Enna ha una stazione ferroviaria che la collega a molte città dell’isola, tra cui Catania, Palermo, Agrigento e Siracusa. La stazione è situata in Piazza F. Crispi, nel centro della città. Per gli orari e le tariffe, si consiglia di visitare il sito web di Trenitalia.
In autobus: La città di Enna è servita da diverse compagnie di autobus che collegano la città a molte città siciliane. Si consiglia di visitare i siti web delle compagnie di autobus per gli orari e le tariffe.
In auto: Enna è facilmente raggiungibile in auto attraverso l’autostrada A19, che la collega a Palermo e Catania. Ci sono diverse uscite sull’autostrada per raggiungere Enna. Si consiglia di noleggiare un’auto se si vuole esplorare le aree circostanti di Enna.

Piazza Vittorio Emanuele
Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Dove alloggiare ad Enna: le migliori soluzioni per un soggiorno perfetto

Enna è un luogo ricco di storia e cultura, meta ideale per una gita alla scoperta dei suoi tesori. E se state pensando di organizzare un viaggio ad Enna, la scelta dell’alloggio giusto può fare la differenza. In questo articolo, vi guideremo alla scoperta delle migliori opzioni di alloggio ad Enna.

Hotel Federico II

Situato nel cuore del centro storico di Enna, il Federico II Palace Hotel è una struttura elegante e raffinata che offre camere confortevoli e spaziose, dotate di tutti i comfort moderni. La posizione centrale dell’hotel lo rende la scelta ideale per chi vuole esplorare la città a piedi.

Hotel Sicilia

L’Hotel Sicilia è una struttura moderna e accogliente situata nelle vicinanze del centro storico di Enna. Le camere sono arredate con gusto e dotate di tutti i comfort moderni. L’hotel dispone inoltre di un ristorante che serve piatti della cucina locale e mediterranea.

B&B La Casa del Poeta

Il B&B La Casa del Poeta è una struttura intima e accogliente situata nelle vicinanze del centro storico di Enna. Le camere sono arredate con gusto e dotate di tutti i comfort moderni. L’atmosfera calda e familiare del B&B lo rende la scelta ideale per chi cerca una sistemazione tranquilla e confortevole.

B&B Centro Sicilia

Situato nel cuore del centro storico di Enna, il B&B Centro Sicilia è una struttura intima e accogliente che offre camere confortevoli e ben arredate. La posizione centrale del B&B lo rende la scelta ideale per chi vuole esplorare la città a piedi.

B&B Il Castello

Situato nei pressi del Castello di Lombardia, il B&B Il Castello è una struttura rustica e accogliente che offre camere confortevoli e dotate di tutti i comfort moderni. L’atmosfera calda e familiare del B&B lo rende la scelta ideale per chi cerca una sistemazione tranquilla e confortevole.

B&B La Casa sulla Collina d’oro

Il B&B La Casa sulla Collina d’oro è una struttura intima e accogliente situata nelle colline di Enna, circondata da ulivi secolari e alberi da frutta. Le camere sono arredate con gusto e dotate di tutti i comfort moderni. L’atmosfera tranquilla e rilassante del B&B lo rende la scelta ideale per chi cerca una sistemazione lontano dal trambusto della città.

Interno del Duomo di Enna
Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Cosa vedere ad Enna: le principali attrazioni turistiche

Una gita a Enna non può essere completa senza visitare le sue attrazioni turistiche più famose. Enna è una città ricca di storia e cultura, con una varietà di luoghi da visitare per tutti i gusti. Di seguito è riportato un elenco delle attrazioni più importanti da non perdere durante una visita a Enna.

Il Castello di Lombardia

Il Castello di Lombardia è una delle attrazioni più famose di Enna. Costruito dai Normanni nel XII secolo, il castello è stato ampliato e modificato nel corso dei secoli successivi. Oggi ospita il Museo Archeologico di Enna, dove è possibile ammirare una vasta collezione di reperti archeologici che testimoniano l’importanza storica della città.

Il Duomo di Enna

Il Duomo di Enna, dedicato alla Vergine Maria, è situato nella parte alta della città. Costruito tra il XIII e il XVII secolo, il duomo presenta una facciata barocca e un interno con opere d’arte di grande valore, tra cui una serie di affreschi di Guglielmo Borremans.

Il Tempio di Demetra

Il Tempio di Demetra è un antico tempio greco risalente al V secolo a.C. Situato sulla collina di Santa Maria, il tempio offre una vista panoramica sulla città e sui monti circostanti. La struttura è stata restaurata e ora è possibile visitarla durante una gita a Enna.

La Torre di Federico II

La Torre di Federico II, situata nel centro storico di Enna, è un’antica torre normanna costruita nel XIII secolo. La torre è stata restaurata e oggi ospita un museo dedicato alla storia e alla cultura della città.

La Rocca di Cerere

La Rocca di Cerere è una fortezza risalente al XIII secolo costruita sui resti di un antico castello normanno. Situata sulla collina di Cerere, la fortezza offre una vista panoramica sulla città e sui monti circostanti.

Il Museo Civico di Enna

Il Museo Civico di Enna, situato nel centro storico della città, ospita una vasta collezione di opere d’arte e manufatti storici, tra cui reperti archeologici, dipinti e sculture.

Il Santuario di Maria Santissima della Visitazione

Il Santuario di Maria Santissima della Visitazione, situato nella parte alta della città, è un antico santuario dedicato alla Vergine Maria. La chiesa presenta una facciata barocca e un interno decorato con affreschi e stucchi.

La Necropoli di Realmese

La Necropoli di Realmese è un sito archeologico situato nella parte nord della città. Il sito comprende una serie di tombe risalenti al V secolo a.C., che testimoniano la presenza della civiltà sicana nella zona.

Cosa fare ad Enna: le attività più divertenti e suggestive

  • Visitare il Castello di Lombardia: una delle principali attrazioni di Enna, il castello risale al XIII secolo e domina la città dall’alto di una collina. Al suo interno si trovano il Museo Archeologico, il Museo Medievale e la Sala Federico II, dedicata all’imperatore che lo fece costruire.
  • Passeggiare nel centro storico: il centro storico di Enna è un labirinto di stradine e scalinate che portano a panorami mozzafiato. Tra le principali attrazioni da visitare ci sono la Cattedrale, la chiesa di San Giovanni Battista, il Palazzo Varisano e il Giardino Pubblico.
  • Esplorare il Lago di Pergusa: situato a pochi chilometri dalla città, il lago è il più grande dell’isola e offre molte attività all’aria aperta come escursioni in barca, pesca, birdwatching e trekking.
  • Assaggiare la cucina enneese: la cucina enneese è caratterizzata da sapori intensi e autentici. Tra i piatti tipici ci sono la pasta con le sarde, le polpettine di ricotta, i carciofi ripieni e il pane fatto in casa. Da non perdere anche i dolci tradizionali come i cannoli, i cassatelle e i biscotti di mandorla.
  • Festeggiare la Settimana Santa: la Settimana Santa ad Enna è una delle più spettacolari dell’isola. La processione del Venerdì Santo, con il tradizionale “Giro dei Misteri”, è un evento imperdibile per chi si trova in città durante la Quaresima.
  • Visitare il Museo della Civiltà Contadina: situato a pochi chilometri dal centro di Enna, il museo offre un viaggio nella storia e nella cultura delle campagne siciliane. Si possono ammirare strumenti agricoli antichi, costumi tradizionali e oggetti di vita quotidiana.
  • Fare un’escursione ai Monti Nebrodi: a breve distanza da Enna si trovano i Monti Nebrodi, una catena montuosa ricca di flora e fauna. Tra le attività possibili ci sono escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo.
  • Visitare il Museo Archeologico di Aidone: a pochi chilometri da Enna si trova il Museo Archeologico di Aidone, dove si possono ammirare reperti di epoca greca e romana tra cui il celebre “Charioteer di Mozia”.
  • Scoprire le vie dei Presepi: durante le festività natalizie Enna si trasforma in un grande presepe a cielo aperto. Sulle vie del centro storico si possono ammirare numerose opere di artigianato locale che raffigurano la Natività.
Belvedere di Enna
Giuseppe Arangio, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Escursioni in natura: trekking, mountain bike e molto altro

Enna è circondata da una natura incontaminata che offre molte opportunità per gli amanti del trekking e delle attività all’aria aperta. Questa zona è conosciuta per la sua bellezza e il suo paesaggio unico, che è possibile esplorare attraverso diverse escursioni.

Ecco alcune delle escursioni in natura più suggestive che si possono fare ad Enna:

  • La Riserva Naturale Orientata di Monte Altesina: si tratta di una riserva che si estende su circa 1.000 ettari e che ospita numerose specie di piante e animali. All’interno della riserva ci sono diversi percorsi percorribili a piedi, tra cui quello che conduce alla cima del Monte Altesina, il punto più alto della riserva, da cui si può ammirare uno spettacolare panorama.
  • L’Etna: la montagna più alta e famosa della Sicilia offre diverse possibilità di escursioni. Si può scegliere di fare un’escursione fino alla cima, oppure optare per un percorso più facile e breve lungo le pendici. In entrambi i casi, si potranno ammirare panorami mozzafiato e scoprire la natura vulcanica di questa zona.
  • Le Gole dell’Alcantara: queste gole sono il risultato di una serie di eruzioni vulcaniche e di movimenti tellurici che hanno creato una stretta gola di roccia lavica attraversata dal fiume Alcantara. Si può percorrere la gola a piedi o in kayak, scoprendo le acque cristalline e le formazioni rocciose uniche.
  • Il Parco dei Nebrodi: situato a nord di Enna, il Parco dei Nebrodi offre la possibilità di fare numerose escursioni a piedi o in mountain bike, scoprendo la fauna e la flora tipica di queste montagne. Tra le escursioni più suggestive ci sono quelle che portano alle Cascate del Catafurco e alla vetta del Monte Soro.
  • La Valle dei Templi di Agrigento: nonostante non sia proprio ad Enna, la Valle dei Templi di Agrigento è un’escursione imperdibile per chi visita questa zona della Sicilia. Qui si possono ammirare i resti di numerosi templi greci, tra cui il famoso Tempio della Concordia, e scoprire la storia millenaria della civiltà greca in Sicilia.
  • Il Lago di Pergusa: situato a pochi chilometri da Enna, il Lago di Pergusa è un’escursione perfetta per chi ama la natura e gli sport acquatici. Qui si possono praticare canoa, kayak e windsurf, o semplicemente passeggiare lungo le sponde del lago e ammirare il paesaggio circostante.

Articoli correlati

Guida a Pesaro

Redazione ViaggiareItalia

Avellino: scopri la città del verde e dell’arte

lara

Viaggio in Abruzzo: itinerario tra borghi e natura

Redazione ViaggiareItalia

Scrivi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.